Un’altra mossa nel “grande gioco”

24 Marzo 2005.

Pubblicato su Reporter Associati
Domenica 13 marzo si sono svolte le elezioni in Kirghizistan, e ne è emerso un risultato che non ha nulla di nuovo: vince le elezioni Askar Akayev, già vincitore delle elezioni nel 1991, 1995, e 2000. In pratica, dal giorno del crollo dell’URSS, ha sempre vinto lui le elezioni. Anzi, per essere precisi, le vinceva già prima. Infatti già alle elezioni del Soviet Supremo kirghiso del febbraio 1990, dopo molteplici votazioni, venne eletto presidente proprio Akayev. Fisico e scienziato di ottima fama. Continue reading Un’altra mossa nel “grande gioco”

Cecenia, un Paese senza rotta

11 Marzo 2005

Pubblicato su Reporter Associati, Radio For Peace

Grozny — Aslan Maskhadov è morto. Ucciso in un agguato da truppe federali russe. Senza dubbio una vittoria politica per Valdimir Putin, ma una vittoria che spinge gli eventi in che direzione? Un passato come generale nell’Armata Rossa, poi la politica e la lotta per la liberazione della sua Cecenia, della sua terra natale. La rivolta in Cecenia scoppia nel 1991, alla caduta dell’ex URSS, quando viene dichiarata unilateralmente l’indipendenza da parte di un altro ex generale dell’Armata Rossa, Giokhar Dudayev, di fede musulmana.

L’allora capo di stato russo Boris Eltsin cerca dapprima di “trattare”, offrendo molta autonomia alla Cecenia purchè restasse nella C.S.I., poi, dopo il fallimento di ogni tipo di trattativa, nel 1994 avviene l’invasione armata da parte russa, che incontra però notevoli sacche di resistenza. Continue reading Cecenia, un Paese senza rotta