I russi sbarcano in Sicilia e comprano Priolo

Le compagnie petrolifere Erg e Lukoil hanno raggiunto un accordo per un’importante partnership nella attività di raffinazione costiera, attraverso la creazione di una nuova compagnia, la Erg Med, che sarà controllata dal gruppo Erg. La nuova compagnia è stata creata appositamente per acquisire la Raffineria Isab di Priolo, in Sicilia, che ha una capacità complessiva di 320.000 barili al giorno, ma anche gli impianti termoelettrici siti presso gli stessi impianti isolani, per una capacità di 99 MW, oltre che un livello minimo operativo di stoccaggi di materiali grezzi e prodotti, per un ammontare pari a 800.000 tonnellate di stoccaggi tra greggi e materiali prodotti, di cui circa la metà non più necessari al mantenimento dell’operatività e quindi potenzialmente cedibili sul mercato. Così, con l’ingresso di Lukoil, la Russia riesce a comprare in pratica un pezzo di Sicilia, che è anche un pezzo importante: la raffineria di Priolo, che negli anni è stata sia il motore dell’economia del sud-est della Sicilia sia la principale industria avvelenatrice di quel territorio.

Ma la piccola azienda petrolifera genovese, la Erg, non poteva non accettare l’accordo proposto da Mosca. Infatti, con l’ingresso di Lukoil arrivano alla Erg 1,34 miliardi di euro, una non indifferente risorsa economica, per un’azienda che trova in una situazione industriale non proprio precaria, me nemmeno felice. Erg, infatti, possiede il 22% della capacità di raffinazione italiana e circa il 9% dei prodotti petroliferi consumati italiani, ma è poco presente all’estero ed anche in casa deve fare i conti con un concorrente come ENI, grande, importante, che dispone di appoggio politico ma soprattutto di accordi e partnership in tutto il mondo.

Andando a guardare in dettaglio l’accordo Erg-Lukoil, si scopre che il meccanismo societario inventato per Priolo è un po’ complesso. Nel comunicato stampa ufficiale di Erg si dichiara: “In base all’accordo la nuova società sarà posseduta al 51% dal Gruppo Erg e al 49% dal Gruppo Lukoil. A fronte dell’acquisizione del 49% di partecipazione nella Erg Med, Lukoil riconoscerà a Erg Med la somma di 1.347,5 milioni di euro come corrispettivo pro-quota per la valorizzazione degli assets conferiti, esclusa la quota dello stoccaggio minimo operativo che sarà valorizzato ai prezzi di mercato alla data del perfezionamento dell’operazione (“closing”), previsto entro la fine del 2008. Il controvalore implicito relativo al 100% degli “assets” oggetto del conferimento è pari quindi a 2.750 milioni di euro, non inclusivo del valore di mercato dello stoccaggio minimo operativo. L’accordo prevede inoltre il riconoscimento ad Erg Med di un’opzione ‘put’ relativamente alla propria partecipazione del 51%. I diritti di opzione saranno esercitabili, tutti o in parte in una o più soluzioni già convenute, nell’arco di cinque anni a decorrere dall’inizio del secondo anno successivo alla data di perfezionamento dell’accordo (‘closing’). Il prezzo di esercizio dei diritti per il 100% degli assets conferiti in Erg Med (non inclusivo dello stoccaggio minimo operativo) sarà a valori di mercato (‘fair market value’) all’interno di un intervallo (‘collar’) che prevede un massimo (‘cap’) pari a 2.750 milioni di euro ed un minimo (‘floor’) pari a 2.000 milioni di euro”.

Tutti bei dettagli tecnici, in questo comunicato stampa, che non aiutano nè il pubblico nè gli operatori del settore a comprendere bene cosa sta succedendo. In particolare, si vorrebbe capire sia che cosa è Erg Med e che cosa è un’operazione “put”. A quanto risulta, Erg Med è il ramo di azienda di Erg che possiede e gestisce la raffineria di Priolo da 320.000 barili al giorno, ma anche un’altra raffineria, sempre nella zona di Augusta-Priolo, ex Agip, che fu venduta nel marzo 2005 da Eni. Pochi mesi prima le due raffinerie erano state interconnesse da Eni ed Erg per costituire un polo unico per un totale di circa 380mila barili al giorno. Questo sito vedrà ora l’interessamento finanziario al 49% di Lukoil: un altro pezzo d’Italia che se ne va. In Russia.
Una operazione “put”, invece, consiste nel diritto di Erg di vendere, in questo caso entro cinque anni, il restante 51% di Erg Med a Lukoil a un prezzo che non potrà eccedere, né in positivo né in negativo, un determinato intervallo che, nel caso specifico, va dai due ai 2,75 miliardi di euro. Quindi, Erg è in difficoltà economiche, ha bisogno di liquidi, di molti liquidi, in tempi brevi; crea una nuova società, le conferisce la raffineria di Priolo e vende ai russi il 49% di questa nuova società, con il particolare importante che, qualora avesse nel futuro prossimo ulteriore bisogno di liquidità, è già contrattualizzata l’opzione per vendere a Lukoil anche il restante 51%.

Questo assetto contrattuale lascia immaginare scenari prossimi non del tutto rosei: prima di tutto non si tratta di una partnership strategica, perché non ci sono progetti comuni tra le due aziende. Erg ha soltanto avuto la necessità di reperire contanti, togliendosi quasi metà del rovescio della medaglia di Priolo: una raffineria vecchia 33 anni, che sta in un’area che necessita di pesanti investimenti di bonifica, non dimentichiamo che Priolo è uno dei primi 15 siti di interesse nazionale da bonificare, un impianto guardato a vista dagli ambientalisti, che d’ora in avanti se la dovranno vedere con una controparte moscovita.

Da parte sua, Lukoil si trova il 49% di una raffineria già pronta e funzionante, senza dover costruire alcun nuovo impianto, e che le da diritto a ricevere 160.000 barili al giorno di gasolio che potrebbero presto diventare il doppio. Erg, infatti, dopo anni di annunci, comunicati e piani industriali riguardanti il rilancio dell’attività di Priolo ha trovato come sfuggire nel caso in cui le cose si mettessero male: potrebbe andarsene esercitando l’opzione di vendita di tutto il resto a Lukoil.

Il risultato? E’ che in ogni caso, Priolo non chiuderà, come chiedono ambientalisti e persone sensibili ai temi ecologici. O con Erg, o con Lukoil, si è garantita in ogni caso la sopravvivenza dell’impianto. Gli amministratori locali hanno apprezzato l’accordo in nome della difesa del livello occupazionale. Per ora. Perchè se Lukoil dovesse diventare proprietaria unica degli impianti, il mantenimento del livello occupazionale è ancora da dimostrare.

Nel frattempo, negli affari esteri di ENI avviene una novità non di poco conto: Gazprom si accinge a esercitare l’opzione di acquisto sulla quota del 20% di Gazprom Neft detenuta da Eni, per circa 4 miliardi di dollari. L’ha reso noto Andrei Kruglov, vice presidente di Gazprom, all’agenzia Ria-Novosti. Eni aveva acquistato il 20% di Gazprom Neft durante la svendita degli asset dell’ex gigante russo del petrolio Yukos, messi in liquidazione giudiziaria dopo la condanna dell’oligarca Mikhail Khodorkovski a otto anni di reclusione. Ora, la Russia – non dimentichiamo che Gazprom è un’impresa a maggioranza pubblica – viene a riprendersi le quote vendute agli stranieri.

Ci troviamo quindi in un momento di grossi acquisti da parte russa in Italia. Questo non significa affatto che ci sarà maggiore concorrenza sul nostro mercato degli idrocarburi, anzi! I Russi arrivano in Italia ad investire miliardi di euro o di dollari, lo fanno perchè il nostro mercato è debole sul piano internazionale, e quindi facile da conquistare. E se vengono dalla Russia ad investire, vuol dire che intendono guadagnarci fortemente. Segno che dopo l’ingresso pesante e invasivo dei capitali francesi nella gestione del sistema-Italia, ora è il turno della Russia, di attuare politiche di neocolonialismo economico-industriale in quello che era “il bel Paese”, quello che non ha saputo reggere il peso del mercato globalizzato.

26 thoughts on “I russi sbarcano in Sicilia e comprano Priolo”

  1. Its like you read my mind! You seem to know a lot about this, like
    you wrote the book in it or something. I think that you
    can do with some pics to drive the message home a bit, but instead of that,
    this is wonderful blog. A great read. I will certainly be back.

  2. I am just commenting to make you be aware of what a exceptional discovery my cousin’s princess had going through yuor web blog. She came to understand some details, most notably what it is like to have an amazing coaching mindset to have other people quite simply master a variety of complicated things. You actually did more than our own desires. Thanks for delivering the great, healthy, edifying and even unique thoughts on your topic to Tanya.

  3. I must show my love for your kind-heartedness giving support to those individuals that really need help with this one issue. Your very own dedication to getting the solution up and down appears to be exceedingly powerful and have all the time permitted guys just like me to arrive at their dreams. Your new useful tutorial means a lot to me and somewhat more to my office colleagues. With thanks; from everyone of us.

  4. I am also writing to make you know of the perfect experience my cousin’s daughter went through checking yuor web blog. She figured out too many issues, with the inclusion of what it’s like to possess a marvelous giving heart to make the others without hassle learn various impossible subject areas. You really exceeded her desires. Many thanks for imparting the valuable, trustworthy, educational and also easy thoughts on the topic to Kate.

  5. I would like to convey my affection for your kindness in support of persons that need guidance on the area. Your special dedication to passing the solution along was definitely invaluable and has consistently permitted associates much like me to get to their desired goals. Your amazing warm and helpful help signifies this much a person like me and especially to my colleagues. Many thanks; from all of us.

  6. I wish to get across my respect for your kind-heartedness in support of men who need guidance on the issue. Your real commitment to getting the solution throughout became surprisingly advantageous and has surely enabled people like me to achieve their endeavors. Your amazing warm and friendly guidelines can mean a great deal a person like me and far more to my office colleagues. Thanks a lot; from each one of us.

  7. I have to voice my affection for your kind-heartedness giving support to visitors who should have help with this concern. Your personal commitment to getting the message along appears to be exceptionally important and has without exception enabled guys and women just like me to achieve their desired goals. Your informative tutorial can mean this much to me and far more to my mates. Warm regards; from everyone of us.

  8. I in addition to my pals were found to be going through the excellent thoughts located on the blog and then immediately I had a terrible feeling I had not expressed respect to the web blog owner for them. Most of the boys were certainly very interested to read them and already have absolutely been taking advantage of those things. Appreciation for genuinely considerably helpful and for using varieties of high-quality topics millions of individuals are really desperate to understand about. Our sincere regret for not expressing gratitude to sooner.

  9. ftnwb5 billige fodboldtrojer 1qryfj9k czsx5bw1 billiga fotbollstr?jor auqw1z qxla0o fotballdrakter cgxl1zy ihujtg9 maglie calcio ocwnx0ue
    8bo3vux fotbollstr?jor yxmeuzfda xu1nqzhyg maglie calcio poco prezzo 1x9vanuoq mzbp2ix billige
    fotballdrakter rxeml75 zmc0fli2 fodboldtrojer born 8mgw47

  10. Christian fu?balltrikots G?nstige WarnerCas
    KariPeak fotbollstr?jor barn CindyVida
    PXNBrande fotballdrakter barn HollySupe
    JustineMu maglie del calcio HarriettH
    ErrolArag maglie calcio Marguerit

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *