L’ultimatum dell’UE per la Campania

2 febbraio 2008

pubblicato su Altrenotizie

L’Unione europea invia un vero e proprio ultimatum all’Italia: un mese, solo un mese di tempo, per applicare le normative europee sui rifiuti. Lo ha annunciato senza mezzi termini il commissario europeo all’Ambiente Stravros Dimas, che chiede all’Italia un quadro completo sui tempi e sui modi di applicazione delle normative comunitarie. Allo scadere del mese, il nostro Paese dovrà risponderne alla Corte europea. Dimas ha anche dichiarato che “è essenziale che le autorità italiane non solo prendano le misure efficaci per risolvere l’attuale emergenza, come stanno già facendo, ma anche che realizzino l’infrastruttura di gestione dei rifiuti necessaria per prevedere una soluzione durevole ai problemi che risalgono già a più di 10 anni. La situazione in Campania è intollerabile e capisco molto bene la frustrazione dei residenti che temono per la loro salute”. Per il futuro Dimas ribadisce che “la Commissione europea continuerà la sua azione legale e se necessario utilizzerà i suoi poteri di imporre delle multe se la situazione in Campania non verrà portata in linea con gli standard europei di gestione dei rifiuti, che sono stati sottoscritti dall’Italia e da tutti gli altri stati membri”.

L’azione della Commissione europea è quindi l’ultimo avvertimento ufficiale della procedura di infrazione prima di un eventuale deferimento dell’Italia alla Corte di giustizia Ue. Nel frattempo, ieri sono arrivate le indicazioni definitive del commissario De Gennaro sui siti di stoccaggio e sulle discariche in Campania. Ma le proteste non si fermano. A Marigliano, nel napoletano, i cittadini hanno bloccato l’A30, l’ingresso all’Interporto di Nola e i binari di una tratta ferroviaria regionale. A Pozzuoli cittadini in piazza per chiedere la rapida rimozione della spazzatura che ancora giace nelle strade. Proprio per quanto riguarda la rimozione dei rifiuti dalle strade, nelle prime ore di questa mattina è entrato in azione l’esercito Ercolano, davanti agli scavi, e a Nola. Complessivamente stanno operando una cinquantina di militari e una cinquantina di mezzi coordinati dal VI Reggimento Genio Pionieri di Caserta.

Intanto, le cose si complicano. La multinazionale francese Veolia, una delle due ATI partecipanti alla gara d’appalto per la gestione del ciclo industriale dei rifiuti in Campania, ha rinunciato a partecipare al bando per la gestione dell’inceneritore di Acerra, temendo di non poter usufruire dei contributi economici CIP6. In tal modo, Veolia sembra dare ragione alle tesi di chi si oppone all’incenerimento come soluzione del problema: senza contributi economici bruciare i rifiuti diventa svantaggioso. In effetti, se non venissero erogati più gli incentivi economici (CIP6), prelevati direttamente dalle bollette pagate dai cittadini per l’energia elettrica, nel nostro Paese gli inceneritori non li proporrebbe nessuno, perché fortemente antieconomici, pericolosi per l’ambiente e per la salute.

Nella notte di oggi, è arrivata la risposta a sorpresa che nessuno si sarebbe aspettato: da Palazzo Chigi, arriva un’ordinanza firmata dal presidente del Consiglio Romano Prodi che accorda agli impianti di smaltimento dei rifiuti in Campania il regime agevolato del CIP6 per favorirne la realizzazione. Si tratta di una deroga molto forte, rispetto a quanto previsto nella Finanziaria che aboliva questo tipo di agevolazione per gli impianti alimentati dai rifiuti.

L’ordinanza è apparsa più tempestiva che mai, non appena Veolia ha annunciato il proprio ritiro, e per motivi puramente economici: troppo oneroso il contratto e poco sicuro per le banche esporsi per coprire le uniche due cordate in lizza, oltre Veolià c’è infatti anche la A2A, utility nata dalla fusione delle due municipalizzate AEM e ASM, rispettivamente di Milano e Brescia. La soluzione inventata da Prodi in extremis è stata la concessione dei CIP 6, che è come dire: se i soldi per mantenere l’impianto d’incenerimento non bastano, li si prendano dalle bollette elettriche dei cittadini. Nella misura del 7%.

16 thoughts on “L’ultimatum dell’UE per la Campania”

  1. E’ giusto che siano le aziende municipalizzate di Milano e Brescia a gestire l’impianto d’incenerimento napoletano, dopo tutto questi rifiuti (tossici e industriali) li conoscono molto bene!
    Tra i rifiuti delle aziende del nord Italia, sversati in Campania sotto l’egida della camorra e con il beneplacito delle varie istituzioni, ci sono anche i loro.
    Mi sconcerta l’ipocrisia di quanti hanno contribuito ad avvelenare la Campania e ora fanno finta di non sapere, cascando dalle nuvole solo per compatire i poveri napoletani così terroni da non sapere neanche liberarsi dei loro rifiuti.
    Del resto il meridione, sottomesso con le baionette savoiarde, annesso con la farsa dei plebisciti, spogliato delle sue immense ricchezze (il 60% della massa monetaria dell’Italia preunitaria circolava nel Regno delle Due Sicilie), depredato delle sue enormi risorse naturali (petrolio e gas in testa), rimane la colonia italiana, da sfruttare ed affogare nella disoccupazione e nella monnezza. Anche questa è storia.

  2. I am only commenting to let you be aware of what a useful discovery our daughter encountered checking your webblog. She noticed too many details, with the inclusion of how it is like to possess a very effective coaching spirit to let many more without problems know some complex topics. You truly did more than our expectations. I appreciate you for imparting the practical, trustworthy, explanatory and in addition unique thoughts on your topic to Ethel.

  3. I am writing to make you be aware of of the magnificent encounter my daughter had viewing your web page. She noticed numerous issues, which include what it’s like to have an incredible teaching heart to have other individuals with no trouble fully grasp specific tortuous things. You truly exceeded our expectations. Many thanks for offering the valuable, trustworthy, revealing and also fun thoughts on that topic to Gloria.

  4. I happen to be commenting to make you understand what a outstanding experience my cousin’s child went through reading your webblog. She discovered a lot of issues, including how it is like to have an amazing coaching heart to get a number of people completely know just exactly some impossible things. You undoubtedly surpassed our own desires. I appreciate you for presenting those practical, dependable, edifying as well as easy thoughts on your topic to Lizeth.

  5. I am just commenting to make you understand what a cool discovery our daughter encountered studying your blog. She mastered such a lot of pieces, which included how it is like to possess an incredible teaching spirit to let others very easily completely grasp some advanced subject matter. You undoubtedly exceeded people’s desires. Many thanks for distributing the insightful, dependable, edifying and unique guidance on your topic to Julie.

  6. I must show my admiration for your kindness supporting persons who really want help with in this theme. Your very own dedication to getting the message throughout became wonderfully important and have all the time made those much like me to reach their objectives. Your amazing warm and helpful key points can mean this much a person like me and additionally to my office workers. Warm regards; from each one of us.

  7. I must show my affection for your generosity in support of folks who actually need guidance on the concept. Your real commitment to passing the solution all around became certainly insightful and have usually empowered some individuals much like me to attain their dreams. Your new interesting tutorial indicates so much to me and additionally to my colleagues. Thank you; from all of us.

  8. I wish to voice my love for your kindness giving support to visitors who really need help on the concept. Your real dedication to passing the solution up and down had become amazingly beneficial and have usually allowed those just like me to attain their targets. Your amazing interesting guidelines entails a lot to me and even more to my office workers. With thanks; from all of us.

  9. I precisely desired to say thanks yet again. I do not know the things that I would have gone through in the absence of the entire pointers shown by you over this concern. It became a real terrifying difficulty in my view, nevertheless discovering this specialized manner you managed the issue forced me to weep over contentment. I will be grateful for this advice and hope that you comprehend what a powerful job you are always providing teaching people today thru your web page. Most probably you have never got to know all of us.

  10. I needed to send you a bit of remark to finally give many thanks again for your personal striking tactics you’ve featured at this time. It was simply open-handed of people like you to offer extensively all that many of us could have advertised as an ebook to help make some bucks for their own end, chiefly now that you might have tried it if you desired. The thoughts likewise served to be a great way to fully grasp that other individuals have the same eagerness similar to my own to realize significantly more with regard to this condition. I am sure there are several more pleasurable moments up front for individuals who find out your blog.

  11. I am glad for commenting to make you know of the helpful experience my cousin’s child undergone visiting your blog. She picked up plenty of details, most notably how it is like to possess a wonderful teaching mindset to have the rest effortlessly completely grasp specified multifaceted things. You actually exceeded readers’ expected results. Thank you for delivering these necessary, dependable, educational not to mention easy tips on this topic to Lizeth.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *